ortodonzia rapida

microchirurgia per ridurre la durata dei trattamenti ortodontici.

L’ortodonzia rapida è una tecnica microchirurgica che permette di abbreviare notevolmente la durata dei trattamenti ortodontici dell’adulto, evitando complicanze come il riassorbimento radicolare ed i danni al legamento parodontale.

Dopo l’apertura di un lembo mucoperiostale vengono praticate delle incisioni a livello della corticale ossea in corrispondenza delle radici degli elementi dentari. Questo permette un movimento corporeo dell’elemento dentario che si manifesta in parte a livello delle basi ossee. Ciò significa la possibilità di movimenti più ampi e rapidi con minor carico tensivo/compressivo sul legamento parodontale e ridotti rischi di lesioni e rizalisi.

Alcuni studi hanno dimostrato che il movimento ortodontico con l’ausilio della microchirurgia risulta più rapido dal 40% al 60%. Si possono applicare forze ortodontiche fino a 500gr in sicurezza e concludere molti trattamenti di allineamento semplice in tempi compresi fra i due e quattro mesi.
Nei casi di avanzata malattia parodontale è possibile riallineare gli elementi eliminando quindi questa importante condizione predisponente, contemporaneamente, approfittando dell’apertura del lembo, si possono eliminare le recessioni radicolari ed i difetti ossei.
Nella maggior parte dei casi non è necessario eseguire estrazioni che, come sappiamo, possono creare appiattimenti del profilo del viso e disordini dell’articolazione temporo-mandibolare.

Tempi ridotti del 40-60%

Intervento in anestesia locale

Incisioni mini-invasive

DESCRIZIONE DELL’ INTERVENTO

Viene condotto in anestesia locale ed ha una durata di circa 45-60 minuti.
È del tutto indolore e, grazie ad un’appropriata terapia farmacologia, anche i fastidi post-operatori sono ridotti al minimo e si limitano ad un modico gonfiore. Le incisioni ossee (limitate alla corticale e quindi estremamente superficiali) vengono eseguite sotto ingrandimento microscopico con una punta piezoelettrica dello spessore di 0,3 mm.
Sono pertanto estremamente poco traumatiche e rispettose dell’anatomia.

INDICAZIONI

  • Permette la velocizzazione ed evita lesioni al legamento parodontale e riassorbimento radicolare
  • Trattamenti ortodontici di pazienti parodontalmente compromessi
  • Permette l’allineamento dentario atraumatico, nello stesso intervento è possibile trattare le lesioni parodontali con tecniche sia rigenerative che resettive ed eliminare le recessioni ove presenti, riposizionando coronalmente il lembo.
  • Uprighting dei molari: specialmente nei molari inferiori permette uno spostamento degli elementi mesioinclinati rapidamente e senza perdite di ancoraggio.
  • Disgiunzione rapida del palato chirurgicamente assistita nell’adulto: risolve i casi di contrazione del mascellare superiore resistenti alla disgiunzione rapida ed evita l’inclinazione di denti, rendendo il movimento ortopedico puro ed evitando interventi di chirurgia ortognatica maggiore.